martedì 13 settembre 2016

#7 Il diavolo veste la 40, Valerie Frankel - Quanto sballa?




Il diavolo veste la 40 
____________________________________________________________________________________

Autore: Valerie Frankel 
Editore: De Agostini 
Capitoli: 18 
Pagine: 281
Costo: 15,00 euro 
Sinossi: La felicità del nuovo millennio? Avere un fisico perfetto, a costo di ingaggiare con noi stessi una guerra mortificante per il corpo e per il morale... senza parlare del gusto. E avere una madre maniaca della forma fisica, tanto da mettere a dieta la figlia di soli undici anni, certo non aiuta a liberarsi di quest'ossessione. Da allora la vita è stata una continua altalena di umori e taglie per Valerie Frankel, perennemente in bilico tra il desiderio di apparire perfetta, con sacrifici indicibili, e la voglia di accettarsi per quella che è, infischiandosene dei commenti di colleghi e conoscenti. Finché, dopo trent'anni di tormenti, ormai mamma e moglie felice, all'improvviso Valerie comprende che la lotta con il proprio corpo è in realtà una lotta con una parte molto profonda di sé. Lavora per liberarsi delle vecchie ossessioni e impara finalmente a piacersi, riscoprendo anche qualche gioia perduta, come il gusto del burro naturale o il sapore dolce di una piccola rivincita su chi per anni l'aveva chiamata "cicciona". 
Con la stessa vivacità e prontezza di spirito con cui ha affrontato le proprie insicurezze, Valerie ci racconta il suo percorso, con il sorriso, ma anche con acume critico nei confronti di un canone sociale tanto condizionante quanto privato di senso. 

____________________________________________________________________________________


Il diavolo veste la 40 è un'autobiografia molto seria, eppur simpatica nella sua serietà. 
Valerie Frankel ci parla della sua personale lotta contro il proprio corpo che è durata anni, per poi sfociare nel più dolce e splendido finale. 

La scrittrice, attraverso questo libro, ci parla di come ha fatto a riacquistare la fiducia e l'autostima che aveva negli anni perduto tra calcoli delle calorie e taglie altalenanti dei suoi abiti. È un meraviglioso viaggio, un libro fantastico che ci aiuterà ad amare noi stessi e ad accettarci per quel che siamo. 




Valerie Frankel è un'autrice di quattordici romanzi e collabora con le riviste Glamour e Self dopo essersi fatta le ossa come redattrice di Mademoiselle. Vive a Brooklyn con il marito Steve e le figlie Maggie e Lucy. Il diavolo veste la 4o è il suo primo libro autobiografico. 






Quali emozioni mi ha suscitato? 

Mi sono imbattuta casualmente in questo libro. 
Era un afoso sabato mattina ed io ero con mia sorella a fare un giro al mercato, in particolare quello che viene definito "Americano", in cui si possono trovare oggetti ed abiti di seconda mano. Mentre mia sorella stava vedendo delle borse in cuoio, la mia attenzione è stata richiamata da questo libricino con su scritto "Soli 5 euro". 
L'ho colto incuriosita dal nome che mi ricordava tanto un film visto anni prima e, girandolo, mi son imbattuta in un libro che rientrava perfettamente tra le mie melodie preferite. Un nuovo trip in cui potermi tuffare a capofitto lasciandomi travolgere dalle mille sensazioni. 

Sul retro del libro, poi, ho trovato la frase perfetta, quella che mi ha fatto dire "È lui!".
"Tra me e lo specchio c'è un rapporto di odio-odio." Rappresentava così fortemente la mia situazione che non potevo far altro che comprarlo. 
Iniziai a leggerlo il giorno in cui mi ricoverarono e me ne innamorai tremendamente. Nonostante Valerie descriveva anche eventi tragici, riusciva sempre a strapparti un sorriso ed è forte questo quel che mi ha fatto affezionare al libro e alla scrittrice, il fatto che come me amava sdrammatizzare. 

È un trip meraviglioso, un libro che chiunque ha dei problemi con l'accettazione di sé dovrebbe calarsi. Attraverso l'esperienza di Valerie ho imparato a volermi un po' più bene, a cercare di migliorarmi e di piacermi in modo sano ed equilibrato, amando il mio corpo senza misure. 

__________________________________________________________


                                  Rating:



E voi? Avete già letto questo libro? Cosa ne pensate?
Lasciatemi nei commenti le vostre impressioni.

una drogata di libri,
prossima all'overdose. 


2 commenti:

  1. Ciao Mjchela, questo libro ce l'ho in WL e non vedo l'ora di leggerlo. Mi piace il fatto che, nonostante il tema importante toccato, non sia scritto in modo pesante e non trasmetta angoscia. Bellissima la tua recensione!

    Se ti va di passare, qui c'è il link al mio WWW

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alisya, son sicura che ti piacerà moltissimo! Nonostante parli anche di momenti molto tragici della tua vita riesce sempre a strapparti un sorrisino. Son sicura che ne uscirai cambiata! ^^

      Elimina

E tu? Che ne pensi?